Prisma | Le Tecnologie
2199
page,page-id-2199,page-child,parent-pageid-2197,page-template,page-template-full_width-php,ajax_fade,page_not_loaded,smooth_scroll,
   
Le Tecnologie
La Sperimentazione   »   e-Seismic   »   Le Tecnologie
DataBase Relazionale

Gestione dati rischio sismico


Il database relazionale rappresenta un’applicazione del tipo Software as a Service che registra e gestisce informazioni riguardanti gli aspetti geometrici, meccanici, morfologici e di pericolosità dell’evento sismico.
Secondo la filosofia “Open Data”, l’accesso libero alle informazioni contenute nel database consente il rilascio di strumenti per la gestione del rischio da parte di terzi, con possibilità di effettuare il confronto diretto tra diverse situazioni sismiche. Il Database contiene, inoltre, dati relativi alla vulnerabilità sistemica e al patrimonio edilizio, con la finalità di agevolare gli interventi in fase emergenziale.

Monitoraggio del rischio

Gestione informazioni e Strumenti di controllo

Il monitoraggio del rischio sismico richiede la disponibilità di informazioni relative agli edifici e al sistema città/area urbana, funzionali alla valutazione di agibilità, vulnerabilità e rischio. In particolare, si rivela necessaria l’acquisizione dei seguenti data set:

  • geometria delle costruzioni coinvolte nelle procedure di valutazione e di calcolo;
  • livelli di conoscenza delle strutture dipendenti da parametri meccanici dei materiali, tecniche costruttive adottate e organizzazione strutturale;
  • acquisizione da sistemi remoti di monitoraggio, quasi in real time, di parametri di risposta strutturale che alimentano algoritmi di stima del danno.

Gli innovativi dispositivi per la realizzazione di attività di monitoraggio strutturale e ispezioni accurate di edifici colpiti dal sisma, direttamente collegati al cloud, permettono l’invio di dati raccolti. Tra gli strumenti per il monitoraggio del rischio sismico rientrano:

  1. Rete di strumenti accelerometrici wireless;
  2. Droni strumentati per acquisizione di immagini georeferenziate;

Open Quake

Calcolo del rischio sismico e produzione di scenari di danno


Open Quake è il motore di calcolo del rischio, determinato dall’intersezione dei dati relativi alla pericolosità (definisce i parametri dell’azione sismica tenendo conto dell’aleatorietà dei fenomeni) con quelli relativi alla vulnerabilità delle costruzioni (rappresenta la propensione al danno). I dati così ottenuti sono restituiti attraverso un’interfaccia webgis.
Inoltre, tecnologie innovative permettono di fronteggiare le conseguenze derivanti da un evento sismico. Ciò avviene tramite la produzione di scenari di danno in real time basati su eventi, reali o simulati. Il calcolo del danno viene eseguito utilizzando i dati sulla vulnerabilità delle strutture e i dati di un evento deterministico identificato attraverso magnitudo, epicentro e meccanismo di faglia.
I risultati ottenuti dalla proiezione di scenari di danno sono presentati attraverso l’interfaccia webgis.

Sistema Informativo Geografico

Monitoraggio della Quality of Life

A supporto degli strumenti per la valutazione e gestione del rischio sismico risulta utile la creazione di un Sistema informativo geografico, sviluppato su interfaccia web.